Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Motta San Lorenzo, Laguna di Venezia. Come arrivare, storia, informazioni

L'isola di Motta San Lorenzo nella Laguna di Venezia: le origini, la storia, le informazioni per arrivare da Venezia e gli altri centri della laguna.

Acquisto Biglietto Vaporetto Actv Venezia Biglietto Vaporetto Actv - Vieni a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Compra Biglietti Vaporetto Actv Venezia

Stesso prezzo Biglietteria: 1 singolo € 7,50; 24 ore € 21; 2 giorni € 30; 3 giorni € 40; 7 giorni € 60.

Motta di San Lorenzo - Laguna di Venezia

Motta di San Lorenzo è una piccola isola della laguna nord posta a nord est di Torcello e a poca distanza da Santa Cristina, il lembo più importante rimasto dell'importante centro lagunare di Ammiana, scomparso e inghiottito dalle acque della laguna nei secoli del Basso Medioevo; qui sorgeva il monastero di San Lorenzo, appartenente alla contrada di Caltrazio.

Salpa verso le altre isole della Laguna di Venezia


Deve il suo nome alla presenza del Monastero di San Lorenzo, edificato forse nel X secolo sul luogo dove già in precedenza esisteva la Chiesa di San Lorenzo, voluta dalla famiglia dei Frauduni che eresse anche la Chiesa di San Marco di Ammiano, la Chiesa di Santi Sergio e Bacco di Costanziaco, la Chiesa dei Santi Massimo e Marcelliano di Costanziaco, tutte dipendenti dalla Chiesa di San Lorenzo. Dipendevano inoltre da San Lorenzo anche altre tre chiese di Ammiano: Santi Apostoli Filippo e Giacomo, Sant'Angelo e Sant'Andrea Apostolo. Nelle prime due furono fondati monasteri di monache.

In quest'isola terminò i suoi giorni San Liberale (Altino, inizi V secolo – Caltrazio, 27 aprile 437) e il suo corpo fu immediatamente traslato nella Chiesa di San Lorenzo.

La chiesa fu poi inglobata con la costruzione di un castrum militare di epoca bizantina; l'isola di Motta San Lorenzo al tempo era unita all'isola di Ammiana con un ponte.

L'importanza del Monastero di San Lorenzo si rese tale che fu inevitabile l'attrito con il monastero benedettino dei SS. Felice e Fortunato, fondato ad Ammiano nel 899 da monaci in fuga dagli Ungari provenienti dal Monastero di Santo Stefano di Altino.

Nel XIII secolo, ormai resasi inabitabile la zona di Ammiano, i monaci fuoriusciti fondarono il complesso dei Santi Filippo e Giacomo nel centro di Venezia. Le costruzioni religiose di Motto San Lorenzo furono usate come recupero di materiali edili e la zona, coperta sempre più dalle acque, divenne inabitabile già a partire dal XIV secolo.


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati