In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com
11 marzo - 23 ottobre, Casa dei Tre Oci: mostra Sabine Weiss. La poesia dell'istante --------- 23 aprile - 27 novembre, Giardini e Arsenale: apre la 59° Biennale d'Arte --------- 25 aprile: Festa di San Marco --------- 28 maggio - 5 giugno: Salone Nautico --------- 5 giugno: Vogalonga --------- 24 giugno - 3 luglio: 50° Biennale Teatro --------- 3° domenica di luglio: Festa del Redentore --------- 22 - 31 luglio: 16° Biennale Danza --------- 31 agosto - 10 settembre: 79° Festival del Cinema --------- 4 settembre: Regata Storica --------- 14 - 25 settembre: 66° Biennale Musica --------- 18 settembre - 8 gennaio, Stanze del Vetro, Isola di San Giorgio: mostra Venini: Luce 1921 – 1985 --------- 19 settembre - 23 dicembre, Fondazione Cini: mostra Editi/Inediti --------- 23 ottobre: 36° Venice Marathon --------- 21 novembre: Festa della Salute

Visita a Murano, Burano e Torcello: tour in barca, la soffiatura del vetro; il merletto di Burano

La visita a Murano, Burano e Torcello Venezia: un tour in barca alle isole con dimostrazione di soffiatura del vetro a Murano e la scoperta dei segreti del merletto in un laboratorio di Burano. Acquisto biglietti on line.

Tour di Murano, Burano, Torcello. Biglietti

Acquisto Biglietto Vaporetto Actv Venezia Biglietto Vaporetto Actv - Vieni a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Compra Biglietti Vaporetto Actv Venezia

Stesso prezzo Biglietteria: 1 singolo € 9,50; 24 ore € 25; 2 giorni € 35; 3 giorni € 45; 7 giorni € 65.

Visita a Murano, Burano e TorcelloVisita a Murano, Burano e Torcello - Laguna di Venezia

Perché non scoprire le isole in una maniera più personale? Si può fare con questa visita in barca alle isole di Murano, Burano e Torcello che include esperienze altrimenti difficilmente avvicinabili.

Come entrare in un laboratorio del vetro di Murano e assistere dal vivo alla tecnica della soffiatura del vetro. Oppure scoprire i segreti della lavorazione del famoso merletto di Burano. Infine godere di una visita all'isola di Torcello; un'enclave medievale intatta.

Tour di Murano, Burano, Torcello

Cosa include la visita alle isole di Murano, Burano e Torcello

Il tour include una guida multilingue a bordo, una dimostrazione gratuita di soffiatura del vetro di Murano e una dimostrazione gratuita di merletti in un tipico laboratorio di Burano. Un'esperienza unica!

Murano VeneziaMurano

Murano è un caratteristico centro posto a nord di Venezia, costruito su sette isolette della laguna collegate fra loro da ponti.
Asilo e rifugio dei profughi della terraferma per trovare riparo dalle invasioni barbariche, Murano, il cui antico nome è AMURANIUM, crebbe in prosperità e arrivò al suo splendore nel XVI secolo. Fu sempre centro che mantenne autonomia amministrativa rispetto a Venezia godendo di un locale governo amministrativo e usufruendo dei suoi antichi statuti dal 1272 sotto il governo di un podestà.

Fino alla caduta della Repubblica aveva un suo arengo; ebbe il libro d’oro per le sue famiglie originarie, che godevano di speciali privilegi (la polizia di Venezia non poteva approdare nell’isola), coniava le oselle, cioè le medaglie/moneta che venivano donate ai principali cittadini (il nome deriva dal fatto che anticamente il Doge regalava degli uccelli ai Signori, poi sostituiti da queste medaglie).

Le leggi, anche quelle del lavoro, erano sancite da una mariegola (matricola – registro, elenco di persone iscritte a una determinata categoria – delle corporazioni artigiane) atte ad evitare la diffusione dei segreti della lavorazione del vetro: in cambio della segretezza l’isola e gli isolani godevano di privilegi speciali. Nel suo periodo di maggiore prosperità l’isola contava 17 chiese, conventi, ospizi e accademie.

L’isola fu scelta come sede industriale per l’arte del vetro dal 1291 sia perché si trova a tramontana rispetto a Venezia e quindi i fumi delle fornaci non inquinavano l’aria della città sia per scongiurare pericoli di incendi nel centro cittadino. L’attività è antichissima ma il vero grande impulso si ebbe quando Venezia entrò in contatto con le officine saracene di Siria, fra l’XI e il XII secolo.

Itinerario alla scoperta di Murano

- Piazzetta della colonna (fermata battello).
- Fondamenta dei Vereri che costeggia il rio omonimo: anticamente sorgevano qui le fabbriche del vetro.
- Palazzo Contarini/Mazzolà del XVI sec. – case gotiche sulle due sponde della riva.
- Ponte Ballarin: da qui si proclamavano i bandi del governo, c’è ancora il leone su una colonna.
- Attraversato il ponte Fondamenta Manin e a destra Viale Garibaldi (il bersaglio) con l'Ospizio delle vedove dei vetrai, il Teatro F. M Piave (famoso librettista d’opera: “I due Foscari”, “Rigoletto”, “Traviata”, tutte per Giuseppe Verdi) e il faro.
- A sinistra: Fondamenta di S. Giovanni Battista dei Battuti.
- A sinistra: Fondamenta Antonio Colleoni In fondo: Campo S. Stefano, con la antichissima osteria “Taverna di S. Stefano”.
- Ponte S. Pietro e omonima Chiesa con portale rinascimentale e campanile di inizi ‘500, la Vera da Pozzo è del 1348.
- Si riprende la fondamenta dei vetrai, al n° 139 c’è una piccola farmacia settecentesca, con dipinti del Fontebasso (pittore settecentesco fra rococò e neoclassicismo).
- Ponte Vivarini, detto “ponte lungo” da cui si vede a sinistra il Palazzo da Mula, una delle più grandi fabbriche muranesi, con ricordi gotici e ristrutturazione cinquecentesca.
- Fatto il ponte, a destra, Fondamenta Cavour e Fondamenta Giustiniani con l’omonimo Palazzo oggi sede del Museo Vetrario.

Vai alla pagina dell'Isola di Murano

Burano

Burano è un caratteristico centro peschereccio, costruito su quattro isolette della laguna collegate fra loro da ponti.

Una delle caratteristiche principali dell’isola è quella della policromia delle piccole abitazioni: una tradizione forse nata come reazione al clima umido e brumoso, ricco di nebbie che qualifica questi luoghi lagunari. Una delle ipotesi per la scelta dei colori accesi è infatti la necessità di riconoscere la propria casa la notte tornando a casa in una fredda notte nebbiosa.

Vai alla pagina dell'Isola di Burano

Torcello VeneziaTorcello

Torcello è un antico centro della laguna nord che prosperò nel Medioevo fino a quando Venezia non prese il predominio commerciale della zona lagunare. Conta pochi residenti ma è frequentato ogni anno da migliaia di turisti.

Storia di Torcello

Centro abitativo già dal V/VII sec. in seguito alle invasioni prima degli Unni e poi dei Longobardi: vi trovarono rifugio i fuggiaschi della città di Altino. Il nome dell’isola probabilmente deriva da TURRICELLUM (la torretta eretta a ricordo di quella della Patria perduta). Nel 638 il vescovo di Altino trasferì qui le sacre reliquie e da questo momento la storia di Torcello continuò ad esistere fino al tramonto della Repubblica. Ebbe governo autonomo, con Podestà e Consiglio, vi si praticava l’industria della lana.

Cosa visitare a Torcello

- Piazzetta con la sedia di marmo, detta “trono di Attila”, ma era in effetti usata dai tribuni dell’isola; da un lato il palazzetto gotico del XIV sec, un tempo sede del Consiglio dell’isola e dall’altro il Palazzo dell’Archivio. Fra i due sorgeva il Palazzo del Podestà.

- La Cattedrale è dedicata a S. Maria Assunta e sarebbe stata fondata ai tempi di Eraclio, imperatore di Bisanzio, nel 639 per ordine dell’Esarca ravennate Isaacio. Era in origine una semplice chiesa di devozione, ma quando divenne sede vescovile alla fine del 600 venne restaurata e rinnovata. Di fronte era collocato il Battistero a pianta circolare. La Cattedrale subì rifacimenti e ricostruzioni nell’864 e nel 1008. Come la vediamo oggi è una costruzione veneto-bizantina dell'XI sec, a pianta basilicale romanica ed è il più antico monumento architettonico conservato in laguna.
La Facciata: è del IX sec, sopraelevata nell’XI, preceduta da un portico. Sul fianco della Chiesa si possono ancora vedere gli stipiti in pietra per la chiusura delle finestre. L’abside centrale esterna è del VII sec, venne sopraelevata nell’XI, e incorpora la piccola abside corrispondente alla cripta sottostante.
Il campanile è una robusta torre quadrata con polifore. Dalla sommità si gode un panorama incantevole della laguna, spaziando da un lato verso la terraferma e dall’altro verso Venezia.

- Interno: pianta basilicale, tre navate, due file di nove colonne con capitelli di tipo corinzio (tutti dell’XI tranne il secondo e terzo di destra che risalgono al VI), tre absidi, soffitto ligneo.
Il Pavimento è a mosaico marmoreo dell’XI. C’è la pietra tombale del Vescovo Paolo d’Altino.
Il Coro presbiteriale è ancora originale dell’XI; l’Iconostasi è composta da tavole con la Vergine e gli Apostoli: i plutei marmorei hanno splendide raffigurazioni di leoni e pavoni affrontati e risalgono forse al VI sec.; nel Presbiterio l’altare maggiore è quello primitivo del VII sec e sotto c’erano le spoglie di S. Eliodoro primo Vescovo di Altino qui traslato nel 635. A sinistra, sulla parete, iscrizione originaria della fondazione della Chiesa: è il più antico documento scritto di storia veneziana. Dai sei gradini si saliva alla Cattedra Vescovile. Sotto l’abside si estende l’originaria Cripta. Il Catino e l’Arco Trionfale sono rivestiti di mosaici la cui origine iconografica risale al VII ma la cui esecuzione è da collocarsi all’XI. Rappresentano la Vergine “Teologa” cioè Madre di Dio (o “Hodeghétria”: stante, che indica con la mano il bambino che tiene in braccio simbolo di chi indica la via della verità e della vita) e più sotto la teoria dei 12 apostoli (questi di scuola ravennate); nell’Arco di trionfo l’Annunciazione (di tipo bizantino). I mosaici dell’abside laterale destra si ispirano a quelli del presbiterio di S. Vitale a Ravenna e sono stati eseguiti probabilmente nell’864 ai tempi del Vescovo Adeodato. Sulla controffacciata c’è il grandioso mosaico con la complessa raffigurazione dell’Apoteosi di Cristo e del Giudizio Universale del XII/XIII sec. Nella parte superiore c’è la scena della Discesa al Limbo e due grandiosi Arcangeli. Il carattere stilistico dell’insieme ha valore narrativo/didascalico.
È diviso in 6 zone, dall’alto:
1) Cristo in croce fra la Vergine e S. Giovanni2) la discesa di Cristo nel Limbo (Cristo calpesta le porte dell’inferno e i defunti sorgono dalle tombe, Cristo afferra per un braccio Adamo, dietro c’è Eva e due Re), con i due Arcangeli Michele e Gabriele – 3) Cristo in Gloria nella Mandorla di luce fra la Vergine, S. Giovanni Battista, gli Apostoli e Santi4) l’Etoimasia: sul trono preparato sta il libro aperto delle Sacre Scritture (simbolo della presenza di Dio nell’attesa del Giudizio Finale), ci sono inginocchiati Adamo ed Eva e gli Angeli tubicini – 5) sopra la porta: L’Arcangelo Michele pesa le anime con la bilancia e il diavolo mette nella bisaccia ciò che gli spetta/ a destra nel fiume di fuoco siede Lucifero/ a sinistra gli eletti – 6) a destra i dannati e le varie pene infernali, a sinistra varie scene tra cui S. Pietro alla porta del Paradiso.
 
- Di fianco alla Cattedrale, l’insediamento religioso è completato dalla Chiesa di S. Fosca: costruzione a pianta centrale (ricorda in questo un antico martyrium paleocristiano) del XI/XII sec. con portico esterno su cinque lati, l’abside centrale è pentagonale. L’interno, che si caratterizza per la sobrietà e la spiritualità dell’ambiente, è a croce greca a tre navate, la cupola centrale prevista venne sostituita da una copertura lignea.

- Nei due Palazzi del Consiglio e dell’Archivio trovano sede il Lapidarium con i reperti degli scavi archeologici effettuati nell’isola e il museo storico dell’Estuario.

Vai alla pagina dell'Isola di Torcello

Recensioni della visita a Murano, Burano e Torcello

- Claudia, marzo 2022: Abbiamo fatto sabato mattina la visita di 4 ore a Murano e Burano.. e' stata bellissima, la guida molto carina e professionale...ottimo il rapporto qualità-prezzo...il tempo a disposizione per la visita delle due isole in autunomia non e' molto, quindi meglio organizzarsi con il pranzo al sacco.

- Alberto, marzo 2022: Muy buena experiencia. Puntualidad y la guía Marina fue muy amable y nos informó de todo durante la visita guiada. Totalmente recomendable.

Come arrivare Murano da VeneziaCome arrivare Venezia ⟷ Murano - Laguna di Venezia

Da Venezia in vaporetto a Murano si arriva con 4 linee ACTV di vaporetto diurno e la linea NMU notturna. A seconda di dove ci si trovi ci sono molte soluzioni che coprono tante fermate sparse per il centro storico di Venezia.
Come arrivare Burano da VeneziaCome arrivare Venezia ⟷ Burano - Laguna di Venezia

Da Venezia in vaporetto a Burano si arriva con 1 linea ACTV di vaporetto diurno e la linea NLM notturna. Ci sono poi altre linee che prevedono la sosta a Murano e il cambio con la linea 12 verso Burano.
Come arrivare Torcello da VeneziaCome arrivare Venezia ⟷ Torcello - Laguna di Venezia

Da Venezia in vaporetto a Torcello si arriva con 2 linee ACTV di vaporetto diurno e la linea NLM notturna. Ci sono poi altre linee che prevedono la sosta a Murano e il cambio con la linea 12 verso Torcello.


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati