In Venice Today.com


In Venice Today.com





Booking.com

Teatro Malibran a Venezia

Il Teatro Malibran a San Marco, Venezia: il calendario, gli spettacoli, gli orari, il costo dei biglietti, la sede.

Teatro Malibran Venezia Teatro Malibran - Campo San Fantin, San Marco 1965 - Venezia

Stagione Lirica Teatro Malibran 2018/2019

PINOCCHIO
Pierangelo Valtinoni
13, 15, 17, 19, 21 dicembre 2019
11, 12, 13, 14, 15 marzo 2020

LA SERVA PADRONA
Giovanni Battista Pergolesi
13, 14, 15 febbraio 2020

ENGELBERTA
Tomaso Albinoni
26, 27, 28 marzo 2020

FARNACE
Antonio Vivaldi
30 aprile, 3, 5, 7, 9 maggio 2020

PRIMA LA MUSICA E POI LE PAROLE
Antonio Salieri
DER SCHAUSPIELDIREKTOR
Wolfgang Amadeus Mozart
9, 11, 15, 17, 20 ottobre 2020

Stagione Sinfonica Teatro Malibran 2019/2020

– venerdì 18 ottobre 2019 ore 20.00
domenica 20 ottobre 2019 ore 17.00
direttore
FEDERICO MARIA SARDELLI
Ludwig van Beethoven
Coriolano ouverture in do minore op. 62
Estratti da Le creature di Prometeo op. 43
Sinfonia n. 1 in do maggiore op. 21
Orchestra del Teatro La Fenice

– sabato 9 novembre 2019 ore 20.00
domenica 10 novembre 2019 ore 17.00
direttore
MARCO ANGIUS
Richard Strauss
Intermezzo in do minore per Idomeneo di Mozart
Wolfgang Amadeus Mozart Sinfonia n. 41 in do maggiore kv 551 Jupiter
Ludwig van Beethoven Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 Pastorale
Orchestra del Teatro La Fenice

– venerdì 10 gennaio 2020 ore 20.00
domenica 12 gennaio 2020 ore 17.00
direttore
DANIEL COHEN
Commissione «Nuova musica alla Fenice»
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60
Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92
Orchestra del Teatro La Fenice

– 6 giugno 2020 ore 20.00
domenica 7 giugno 2020 ore 17.00
direttore
TON KOOPMAN
Johann Sebastian Bach
Suite per orchestra n. 1 bwv 1066
Suite per orchestra n. 3 bwv 1068
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36
Orchestra del Teatro La Fenice

Storia del Teatro Malibran di Venezia

Inaugurato durante il Carnevale del 1678 come Teatro San Giovanni Crisostomo fu giudicato subito come il miglior teatro di Venezia (1683). Progettista fu Tommaso Bezzi, detto lo Stucchino per le sue qualità di pittore e ingegnere, al quale i Grimani, proprietari di altri teatri in città, diedero un'area posta tra la chiesa di San Giovanni Crisostomo e la Corte del Milion dove un tempo sorgeva la casa della famiglia Polo.
Il Seicento veneziano fu caratterizzato da una prolificazione di teatri dovuta all'apertura al popolo di un genere che prima era pensato ad esclusivo beneficio dell'aristocrazia: l'opera lirica.

Nonostante questa politica culturale della città il Teatro Malibran mantenne i costi d'entrata selezionando in tal modo il suo pubblico e divenendo così luogo d'incontro privilegiato dell'aristocrazia veneta e straniera in arrivo a Venezia. Sul suo palco passarono cantanti del calibro di Farinelli, Caffarelli e Tolve e furono rappresentate opere di Metastasio (Siroe), Zeno e Goldoni.
Con la caduta della Repubblica (1797) il Teatro fu concesso alla municipalità andando incontro ad un periodo di crisi del settore sottolineato anche da un decreto ministeriale del Regno Italico che limitava a quattro il numero dei teatri aperti in città: la Fenice, il San Benedetto, il San Moisè ed il Malibran.

Probabilmente tutto ciò indusse i Grimani ad uscire di scena in favore di Luigi Facchini e Giovanni Gallo i quali acquisirono il San Benedetto ed il Malibran inaugurando il nuovo corso con la rapprensentazione della Gazza ladra di Rossini. Successivamente fu deciso anche un restauro dell'edificio che portò ad una nuova inaugurazione con L'elisir d'amore del Donizetti.
Entrato in possesso di tutto il teatro il Gallo (1835) riuscì a scritturare la cantante più famosa dell'epoca Maria Garcìa Malibran la quale si esibì gratuitamente ricevendo in riconoscenza dallo stesso Gallo il privilegio di dare il nome al teatro.
Il 1844 vide l'arrivo del succcessore Giovanni Gallo il quale apportò modifiche sia alla programmazione, includendo molte opere liriche, sia agli interni della sala, sulla decorazione e sui punti di luce.
Dopo gli anni bui della dominazione austriaca che videro i teatri chiusi per protesta il Malibran tornò alla ribalta con la rappresentazione di una Messa di Verdi (1875).

Nel 1886 il teatro Malibran fu messo all'asta ed acquisito da Francesca Baldanello, Emerico Merkel e Giuseppe Patrizio i quali, attraverso gli eredi, mantennero la proprietà fino a pochi anni fa.
Nel 1890 il nuovo Malibran venne inaugurato nuovamente ma urgenti problemi di stabilità dell'edificio portarono alla decisione di intraprenderne il completo rifacimento che fu affidato al progetto dell'ingegnere Mauro Felice Donghi. Dopo la scontata pausa dovuta allo scoppiare del primo conflitto bellico mondiale il Teatro Malibran fu inaugurato nel 1919 con la rappresentazione dell'Otello di Verdi. Durante tutto il Novecento la programmazione del Malibran continuò senza interruzione e volgendosi verso l'evoluzione del teatro includendo spettacoli di danza (Carolyn Carlson, Pina Bausch).

Nel 1992 il Malibran fu acquistato dal Comune di Venezia che progettava il restauro di alcune parti dell'edificio e del suo interno ma l'incendio del Teatro La Fenice e l'urgenza di spostare al Malibran parte della sua programmazione teatrale portò ad una modifica del progetto originario. Nonostante ciò furono modernizzati gli impianti ed ampliata la fossa orchestrale. I lavori delle fondamenta per la costruzione di una vasca contro l'acqua alta portarono inoltre in luce resti romani risalenti al V secolo d.C. interpretati come punti di approdo, cosa che già può far riscrivere la storia dell'area di Rialto in epoca Tardo Antica.

Telefono: +39.041.786511
Indirizzo: Campiello del Teatro, Cannaregio 5873 - Venezia
E-mail: info@teatrolafenice.org
Sito Web: Teatro Malibran



In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati