In Venice Today.com


In Venice Today.com





Booking.com

Mostra Livio Seguso. In principio era la goccia al Museo del Vetro di Murano Venezia

La Mostra Livio Seguso. In principio era la goccia in corso a Murano Venezia: gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le opere, la sede espositiva.

Mostra Livio Seguso. In principio era la goccia VeneziaMostra Livio Seguso. In principio era la goccia - Museo del Vetro, Spazio Ex Conterie - Murano

Mostra in corso dal 15 ottobre 2019 al 12 aprile 2020

Una mostra porta al Museo del Vetro di Murano le opere del maestro muranese Livio Seguso ripercorrendone cronologicamente tutta la carriera a partire dagli anni Sessanta in cui l'artista lavora nel suo atelier/fornace di Murano sperimentando le possibilità del vetro.

Comunicato stampa della Mostra Livio Seguso. In principio era la goccia

Nelle sale del Museo del Vetro si dispiega la storia della relazione di un grande maestro muranese, che alla passione e alla grande abilitÓ ha sempre coniugato la sfida alla materia. Dall'inizio Livio Seguso ha indagato le possibilitÓ e i limiti della materia vetro, anche nel confronto, o meglio dire l'interazione, con altri materiali.

L'andamento cronologico dell'esposizione ci porta tra le opere, a cavallo fra gli anni Sessanta e Settanta, del cominciamento di un percorso sperimentale che ancora oggi continua. Nel suo atelier/fornace Livio Seguso acquista la sua indipendenza, materiale e concettuale, e inizia il suo personale dialogo con la materia. GiÓ alla fine degli anni Settanta la vocazione sperimentale porta l'artista a tralasciare ogni tentazione cromatica per avviare una rigorosa investigazione plastica. La tradizione Ŕ sempre pi¨ lontana, le forme diventano ancora pi¨ essenziali e azzardate, la trasparenza assoluta.

Nel decennio successivo l'indagine sulle forme spaziali continua spostandosi nel loro interno, che viene sezionato e ricomposto. Ma con gli anni Ottanta inizia il dialogo serrato di Seguso con altri materiali. L'acciaio, inizialmente usato come materiale di supporto dell'opera, entra a far parte del processo creativo. La configurazione si fa pi¨ complessa, l'opera Ŕ sempre pi¨ scultura. Gli anni Novanta si chiudono con la cifra della incalzante dialettica tra il materiale originario, il vetro, e l'interesse dell'artista per le possibilitÓ offerte da altri materiali. Dopo l'acciaio, l'arte di Seguso affronta il marmo, bianco statuario di Carrara o nero del Belgio, unito al cristallo.

Con gli anni Novanta si apre una stagione di felice produzione creativa, sapienza e esperienza rivelano a seguso tutte le possibilitÓ del vetro, con conformazioni complesse e eleganti e un sempre pi¨ attento studio sulla luce. Nel 1995 Livio Seguso Ŕ invitato a partecipare con una sua creazione alla 46a edizione della Biennale d'Arte di Venezia, dove immerge in laguna la sua poetica "Vegetazione 95", che riassume la pura trasparenza e la resistente fragilitÓ del vetro. Il marmo continua a essere presente nelle sue opere, ma con il passaggio del secolo pensiero e mani di Seguso accolgono il legno. Vecchi tronchi, legno invecchiato e consunto la cui povera bellezza si affianca alla lirica trasparenza dei cristalli con grande armonia compositiva. Nell'oggi Livio Seguso continua a indagare le relazioni fra spazio, materia e luce, fra rigore geometrico e lirismo, creando forme complesse e essenziali, prive di preziosismi e notabili per equilibrio e purezza, di forma e di esecuzione.

Questa mostra Ŕ stata possibile anche grazie al critico d'arte Enzo De Martino che da sempre segue con particolare attenzione l'evoluzione creativa del maestro Livio Seguso che come pochi conosce. Di fondamentale importanza il suo saggio critico nel catalogo, per un corretto approccio e una profonda comprensione della caratura artistica dell'artista.

Orari: dal 1° di aprile al 1° novembre dalle 10.00 alle 18.00. Dal 2 novembre al 31 marzo dalle 10.00 alle 17.00. Natale e 1° gennaio dalle 11.00 alle 17.00. La biglietteria chiude un'ora prima.
Biglietti: intero € 10, ridotto € 7.50, ridotto scuole € 4. Sono previste gratuità per residenti del Comune di Venezia; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate della Provincia di Venezia; interpreti turistici che accompagnino gruppi; docenti accompagnatori di gruppi scolastici fino ad un massimo di 2 per gruppo; accompagnatori (max. 1) di gruppi di adulti; partner ordinari MUVE; possessori di MUVE Friend Card; membri ICOM.
Informazioni e prenotazioni: dall’Italia 848082000; dall'estero +39 04142730892
Sito web: Museo del Vetro


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati