Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Lazzaretto Nuovo, Laguna di Venezia. Come arrivare, storia, informazioni

L'isola del Lazzaretto Nuovo nella Laguna di Venezia: le origini, la storia, le informazioni per arrivare da Venezia e gli altri centri della laguna.

Acquisto Biglietto Vaporetto Actv Venezia Biglietto Vaporetto Actv - Vieni a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Compra Biglietti Vaporetto Actv Venezia

Stesso prezzo Biglietteria: 1 singolo € 7,50; 24 ore € 21; 2 giorni € 30; 3 giorni € 40; 7 giorni € 60.

Tour Murano, Burano, Torcello Vieni a Murano, Burano, Torcello? Prenota in anticipo un tour!

Tour di Murano, Burano, Torcello

Tour mattutino di Murano, Burano, Torcello: € 18. Biglietto sul tuo cellulare valido 48 ore. 4 ore di esperienza.

Lazzaretto Nuovo - Laguna di Venezia

Il Lazzaretto Nuovo è una piccola isola della laguna nord-orientale, non distante da Venezia, posta a nord delle Vignole e di fronte all'Isola di Sant'Erasmo dalla quale è separata solo da uno stretto canale.

L'isola del Lazzaretto Nuovo ha un'estensione di circa 9 ettari ed è oggi visitata da migliaia di visitatori ogni anno. Esiste un progetto che la vuole parte del Museo Nazionale di Archeologia della Laguna e della Città di Venezia, in fase di allestimento.

Salpa verso le altre isole della Laguna di Venezia

I rilievi archeologici hanno permesso di stabilire la presenza dell'uomo sull'isola fin dall'Età del Bronzo. Certamente in epoca romana l'isola aveva una sua attività trovandosi sulla rotta di navigazione lagunare dei commerci che univa la capitale dell'Impero, Ravenna, ad Altino. Ma per vederla apparire nella storia bisognerà aspettare il 1045 quando un documento la cita come Vigna Murada. Nello stesso secolo l'isola entrò nelle pertinenze della potente Abbazia di San Giorgio Maggiore che decise di far erigere una chiesa intitolata a San Bartolomeo.

Sembra che sull'isola ci fossero anche delle saline prima che, con un decreto del Senato della Serenissima del 1468, fosse destinata a Lazzaretto per prevenire i contagi della peste. Prese il nome di "Novo" per distinguersi dal Lazzaretto Vecchio che era già attivo in prossimità del Lido, destinato al ricovero e isolamento totale degli appestati conclamati.

Il Lazzaretto Nuovo invece fungeva da ricovero per le derrate alimentari che venivano stoccate nei magazzini e trattate con fumi di erbe aromatiche (ginepro e rosmarino). Per lo stoccaggio fu costruito il Tezon Grande, un magazzino di circa 100 metri di lunghezza (uno degli edifici più grandi di Venezia) che oggi conserva sulle sue pareti disegni e scritte realizzate dai mercanti in transito - anch'essi posti in quarantena in caso di qualsiasi sospetto di contagio - e dal personale del Magistrato alla Sanità di Venezia.
Le navi in arrivo da tutto il Mediterraneo facevano precedentemente sosta al vicino Porto di Sant'Erasmo, posto subito dopo l'entrata in laguna.

L'utilizzo dell'isola come Lazzaretto proseguì fino al Settecento quando, cessata l'emergenza di eventi di pestilenza, fu attuata una riconversione degli spazi e degli immobili a uso militare: il Lazzaretto Novo entrò nel sistema difensivo di Venezia della Serenissima e il secolo successivo, sotto i Francesi e gli Austriaci, il Tezon Grande fu convertito in polveriera e l'isola fu fortificata, dotata di feritoie e postazioni di vedetta.

Nel 1975 l'esercito italiano cessò ogni attività militare nell'isola del Lazzaretto Novo che fu abbandonata fino all'arrivo dell'Associazione Ekos Club (1977) che iniziò un'attività di recupero attraverso l'organizzazione di eventi culturali, specialmente dedicati alla storia e alle tradizioni della laguna di Venezia. In particolare, con la collaborazione con l'Archeoclub d'Italia, dal 1987 sono stati anche organizzati campi archeologici estivi.

Il Lazzaretto Novo fa parte oggi del circuito museale cittadino essendo incluso nel Sistema Bibliotecario Museale della Provincia di Venezia (SBMP), ospita il Deposito per materiali archeologici di provenienza lagunare della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto e sarà parte del Museo Nazionale di Archeologia della Laguna e della Città di Venezia, in fase di allestimento.

Sito web: Lazzaretto Nuovo


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati