Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Venice Today.com
PortuguŕsDeutschFranšaisEspa˝olEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguŕsDeutschFranšaisEspa˝olEnglishItaliano



Booking.com

Padiglione Venezuelano, Venezuela alla 59° Biennale di Venezia

Il Padiglione Venezuelano, Venezuela alla 59° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Lettonia Biennale d'Arte 2022 a Venezia
Padiglione Venezuelano, Venezuela della 59° Biennale d'Arte - Padiglione Venezuela, Giardini della Biennale, Castello - Venezia

Mostra in corso dal 23 aprile al 27 novembre 2022

La 59° Biennale Arte aprirà al pubblico il 23 aprile. Ma il 20, 21 e 22 ci saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. La cerimonia di premiazione avverrà il giorno dell'apertura al pubblico.

Il titolo dell'edizione 59 della Biennale d'Arte è Il Latte dei Sogni.

Vai alla pagina della 59° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 59° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Venezuelano alla 59° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione Venezuelano è Tierra, País, Casa, Cuerpo.
Artisti: Palmira Correa, Mila Quast, César Vázquez, Jorge Recio.
Curatori
: Zacarías García.
Sede: Venezuelan Pavilion, Giardini - Venezia

Comunicato Stampa del Padiglione Venezuelano alla 59° Biennale di Venezia

Il Venezuela espone la nozione di "Corpo" come espressione della multidimensionalitÓ attraverso la sua arte.

Con il fascino dell'immagine, la forza della veritÓ e l'allegoria della casa umile, La Repubblica Bolivariana del Venezuela presenta la sua proposta: Terra, Paese, Casa, Corpo, dimensioni che risvegliano emozioni e riflessioni universali.

(IARTES/MPPC Stampa-Caracas, Venezuela). La Repubblica Bolivariana del Venezuela presenta una proposta in cui Ŕ correlata la comprensione della nozione di corpo con l'ecologia della Terra, istanza di mediazione tra l'essere umano e l'uomo il macrocosmo sempre sconosciuto, Ŕ quello spazio-tempo della geografia umana in cui la persona, la comunitÓ, la coscienza storica, i valori di indipendenza, autodeterminazione nel dibattito di idee e sistemi di mondi che a cui aspira la societÓ. ╚ quella proiezione dell'essere che, costituita come area della vita pi¨ individuale, riproduce le funzioni biologiche e i comportamenti delicati di la nostra psiche.

Il Corpo come particolare Microcosmo, attore di vita e cellula di quella trama in cui Esistere Ŕ attraversare situazioni, godere o subire l'azione delle circostanze e delle loro effetti, a volte dolorosi con il suo equilibrio di lesioni o svantaggi che saggiamente la la natura e l'uomo riusciranno a redimere, ristorando in modo sorprendente funzioni e capacitÓ come la creazione, uno straordinario esempio di recupero e resilienza.

I creatori che ci rappresentano in questa occasione sono testimonianza dell'affettazione e volontÓ di riprendersi dall'arte come disciplina e decisione di vita. Cosý, attraverso di questo progetto, Terra, Campagna, Casa, Corpo, contempleremo come La casa di Palmira, opera di Palmira Correa, Ŕ il corpo che riaffiora giorno dopo giorno nella creazione, il il corpo Ŕ la casa, e la sua bottega Ŕ la sua ragion d'essere, mentre Dislessia, opera di Mila Quast e CÚsar Vßzquez, Ŕ l'affettazione psichica e psichica; Da parte sua, il fotografo Jorge Recio con il suo approccio Eventi di aprile, evidenza come nell'impegno a processi di cambiamento e giustizia sociale, i fatti possono trasformare la vita e sfidare la essere umano dal suo corpo per recuperare le capacitÓ.

Si segnala infine che il curatore Ŕ ZacarÝas GarcÝa, il quale, tramite a visione metaforica, cerca di mostrare le varie dimensioni della corporeitÓ, della nozione del corpo come Paese, come essere umano resiliente, capace di superare avversitÓ.

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 19.00. Arsenale dalle 10.00 alle 19.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: aav@labiennale.org
Sito web: Biennale di Venezia


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati