In Venice Today.com


In Venice Today.com





Festa de la Sensa: 28 maggio 2017 a Venezia

Festa della Sensa o dell'Ascensione (Sposalizio col mare) a Venezia: gli orari, la data, la storia e le informazioni utili.

Festa della Sensa (Francesco Guardi - Il Bucintoro agli Schiavoni verso il Lido di Venezia)

Ogni anno Venezia celebra numerose ricorrenze in cui è l'acqua ad essere protagonista insieme alla cittadinanza che si riunisce sulle sponde dei rii e sulle imbarcazioni tipiche di Venezia. Una di queste manifestazioni - forse la più significativa per la storia di Venezia - è la Festa de la Sensa (Ascensione) che si celebra ogni anno nel giorno dell'Ascensione del Signore.

In questo giorno Venezia rinnova - con il rito dello sposalizio col mare - il suo legame con l'elemento acqueo ricordando così la storia secolare che la vide protagonista sui mari in innumerevoli vicende.

Oggigiorno la Festa vede la partecipazione ad un corteo acqueo ufficiale del Comune, con a capo il sindaco (nelle vesti moderne del Doge), di gran parte della cittadinanza che sfila a bordo di imbarcazioni di diversa grandezza e fattura accompagnando la barca del Sindaco verso la bocca di porto del Lido dove si svolge il rito dello Sposalizio col Mare. Vi sono poi manifestazioni di diverso tipo in giro per la città per commemorare l'evento.

Da tempo esiste inoltre un progetto per la ricostruzione del Bucintoro ma all'appello mancano sia fondi statali sia privati in quanto l'impegno economico si aggira sugli 8 milioni di euro.

Storia

La Festa della Sensa o Festa dell'Ascensione fu una ricorrenza importante nel calendario della Serenissima per secoli. Celebrata sempre nel giorno giorno dell'Ascensione di Cristo - che in dialetto veneziano si pronuncia Sensa - la festa commemora due momenti storici di Venezia: il primo, l'aiuto della città alle popolazioni dalmate (9 maggio 1000) minacciate dagli Slavi; il secondo, quando Papa Alessandro III e l'imperatore Federico Barbarossa siglarono a Venezia un trattato di pace che pose fine a un lungo periodo di scontro tra Papato e Impero (1177). Il Papa allora donò un anello alla città di Venezia benedicendola come regina dei mari. Da allora il rito si ripeté ogni anno come commemorazione storica e celebrazione della grandezza di Venezia.

La Sensa vedeva tutta la città mobilitarsi in una parata di navi di ogni tipo capeggiate dal famoso Bucintoro, la nave di stato della Serenissima (bruciata da Napoleone in quanto simbolo del passato), la quale si dirigeva verso la bocca di porto del Lido per il rito dello Sposalizio col Mare. Qui il doge, dopo aver ricevuto la benedizione del Vescovo a Sant'Elena, pronunciando la formula di rito (Desponsamus te mare in signum veri perpetique domini), lanciava un anello nelle acque benedicendo in questo modo il rapporto secolare con l'acqua della Repubblica, potenza da sempre di stampo talassocratico.

Dopo decenni di oblio in cui la festa sparì dal calendario lagunare, a partire dal 1965 e per opera di un comitato di cittadini, la Sensa acquisì un'altra volta il posto che le compete ed oggi è nuovamente una ricorrenza importante per Venezia. Al posto del doge s'incarica il sindaco del lancio dell'anello, contorniato da un corteo di barche. La festa inoltre è costellata di tante iniziative complementari a terra come il corteo dogale in Piazza San Marco, la festa al Forte di Sant'Andrea e il Mercato della Sensa a San Nicolò.

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati